Back to top

Il riciclo corretto degli imballaggi composti da materiali diversi

  /  Eco-responsabilità   /  Il riciclo corretto degli imballaggi composti da materiali diversi

Il riciclo corretto degli imballaggi composti da materiali diversi

Il riciclo corretto degli imballaggi comporta spesso per il consumatore finale degli errori di interpretazione.

Philippe Dewolfs, Responsabile Certificazione Bioprodotti di TÜV AUSTRIA Belgio ha elaborato uno schema decisionale per determinare se un materiale debba essere considerato nel suo complesso, o se ciascun componente debba essere valutato separatamente.

Nel caso in cui un imballaggio sia formato da componenti diversi, alcuni compostabili ed altri no, l’imballaggio stesso, nel suo complesso, non è compostabile. Tuttavia, se i componenti possono essere facilmente separati a mano prima dello smaltimento, i componenti compostabili possono essere considerati e trattati come tali una volta separati, da quelli che non lo sono.

Le norme prevedono che un imballaggio possa essere composto da più materiali; tuttavia, il concetto di “facilmente separabile” può essere interpretato in modi diversi.

ATTACCATO?
Se le due parti di un imballaggio non sono unite fisicamente, come ad esempio un vassoio avvolto in pellicola, i due componenti devono essere valutati separatamente.
Se compostabile, ogni componente deve soddisfare tutti i criteri ed è lecito che uno sia compostabile, e l’altro no; in questo caso saranno conferiti separatamente, proprio come la carta, la plastica e il vetro.

FACILMENTE SEPARABILE?
È capitato a tutti prima o poi di cercare di staccare un’etichetta da un componente. A volte è facile, a volte non lo è affatto.
Per evitare qualsiasi controversia, ciò che non è destinato ad essere separato è considerato inseparabile. Un imballaggio con un’etichetta sarà quindi testato nella sua interezza e l’imballaggio più l’etichetta, compreso l’adesivo, dovrà soddisfare i criteri nel suo complesso.

CONFERITO INSIEME?
Se le due parti sono destinate ad essere separate, allora la questione è se entrambe saranno conferite simultaneamente o meno. come il materiale di chiusura di un contenitore per yogurt (sia che rimanga parzialmente attaccato o meno), che però nella stragrande maggioranza dei casi viene conferito insieme al contenitore appena dopo il consumo.

O SEPARATAMENTE?
In alcuni casi, tuttavia, i due componenti destinati ad essere separati, per la loro funzione devono essere smaltiti in tempi o luoghi diversi. Vale come esempio quello di un imballaggio richiudibile con una linguetta protettiva rimovibile. In questo caso, le due parti devono essere valutate separatamente ed è possibile che, ad esempio, l’imballaggio sia compostabile, mentre la linguetta non lo sia.
In questo caso, poiché i 2 materiali originariamente fanno parte dello stesso imballaggio, deve essere chiaramente indicato l’elemento che non è compostabile.

 

Credits: Philippe Dewolfs TÜV AUSTRIA Belgium

Leggi il post originale qui

Condividiamo con voi notizie sulla nostra azienda